pallavolo Piacenza, squadra volley maschile Piacenza, volley serie A1

pallavolo Piacenza, squadra volley maschile Piacenza, volley serie A1




pallavolo Piacenza, squadra volley maschile Piacenza, volley serie A1, volley Piacenza, notizie volley maschile, immagini pallavolo maschile


HOME PAGE


Benvenuti in Copraelior.it, il sito della squadra di pallavolo Copra Elior di Piacenza.

Per sapere tutto sulla squadra di volley piacentina, conoscere il calendario, i risultati e le classifiche ed essere aggiornati su tutte le iniziative della società e dei fan club.








In evidenza
17.12.2014 - CHAMPIONS LEAGUE: VITTORIA AL TIE BREAK A LUGANO E SECONDO POSTO IN CLASSIFICA

#DRAGONS LUGANO - COPRA VOLLEY PIACENZA 2-3 (18-25, 25-22, 25-22, 33-35, 13-15)
 
#DRAGONS LUGANO : Brander, Gelasio, Del Valle Villalobos (L), Provenzano De Pra 20, Felicio De Jesus 8, Jakovljevic 34, Aguilera Armendariz 13, Sanders 1, Gotch 11. Non entrati Salas Moreno, Gimenez, Savic. All. Motta.
COPRA VOLLEY PIACENZA : Alletti 14, Marra, Poey Romero 25, Vermiglio 5, Papi 2, Ter Horst 9, Da Silva Pedreira Junior (L), Massari 14, Zlatanov 11, Tencati 3, Kohut 11. Non entrati Tavares Rodrigues. All. Radici.
ARBITRI: Dikmentepe Bayram - Muha Bruno.
NOTE - durata set: 24', 27', 27', 35', 16'; tot: 129'.
 
#Dragons LUGANO
Battute errate 16, Ace 8.
Ricezione 54% positiva, 28% perfetta
Attacco 51%
Muri 8
 
Copra Volley PIACENZA
Battute errate 16, Ace 12. 
Ricezione 55% positiva, 27% perfetta
Attacco 52%
Muri 15
 
Lugano – Partita difficile e altalenante per la Copra Piacenza sul campo dei #Dragons Lugano: dopo un primo set a senso unico per Piacenza (18-25) il gioco dei biancorossi subisce un brusco calo nel secondo e terzo parziale, complice anche il gioco in esponenziale crescita degli uomini di coach Motta. Gli svizzeri mettono sotto pressione i piacentini soprattutto in battuta tanto che coach Radici, dal terzo set in poi, è costretto a inserire tutti i senatori di Piacenza per cercare di dare più solidità al gruppo.
Portati gli svizzeri al tie break, proprio lo zoccolo duro della Copra Piacenza darà del filo da torcere ai padroni di casa: è Tencati però quello che riesce a mettere maggiormente i bastoni tra le ruota grazie al suo turno in battuta e alle sue azioni a rete.
Nonostante la stranezza della partita solo una cosa è fondamentale: la vittoria al tie break consegna a Piacenza il secondo gradino della Pool A (Constanta 10, Piacenza 7, Roeselare 6) della 2015 DenizBank Champions League.
Radici conferma il turn over con Kohut per Ostapenko e Ter Horst per Zlatanov; quindi spazio a Vermiglio in regia, Poey opposto, Alletti e Kohut centrali, Massari e ter Horst schiacciatori con Mario Junior libero.
L'avvio è punto a punto, poi Massari subisce il muro del 5-3, ma è lo stesso schiacciatore a sfruttare il muro per il 5-5. Lugano torna avanti con l'ace nella zona di conflitto fra Mario Junior e Massari ('11-10), ma l'ace di Poey consegna il controsorpasso ai biancorossi. Vermiglio mura il 15-12 e Piacenza si porta al secondo tempo tecnico sul 16-12. La battuta di ter Horst mette in difficoltà gli svizzeri, quindi il muro piacentino regala il 18-12. Lugano si blocca e Piacenza vola sul 21-12 lasciando poi a Kohut il compito di chiudere sul 18-25.
Se il primo set è stato a senso unico per Piacenza, nel secondo Lugano scende in campo con le idee ben chiare e grazie a De Prà mette in difficoltà gli ospiti fin dalle prime battute. Dal 6-4 si passa velocemente al muro out di Piacenza del 16-10 con i biancorossi che risentono della battuta dei padroni di casa.
Il turno in battuta di ter Host, con avvio sul 16-11, riporta forza in casa Piacenza che innesca la rimonta: Vermiglio mura per il 16-14 con i piacentini sul –2. Bruno (muro 18-15) ma soprattutto De Prà (20-16) tornano a tenere a distanza gli emiliani che ritrovano solidità e forza con Massari sui 9 metri (ace 21-19) costringendo coach Motta a chiedere time out. De Prà conferma il + 3 (23-20) Poey spera in una rimonta (23-21) ma Jakovljevic chiude il set a favore di Lugano sul 25-22.
Terzo set più agguerrito con le due compagini che si sfidano al sorpasso fino al 5-5, poi Jakovljevic riveste i panni del matador piazzando a terra gli ace del 9-9 e del 10-9. Lugano allunga fino al 14-10 di Bruno: coach Radici chiede quindi time out e l’ingresso in campo di Papi e Zlatanov. Nonostante i punti di Alletti (muro 17-14) e Kohut (ace 17-16) l’aggancio agli svizzeri arriva solo grazie a Papi sul 18-18. Il pareggio dura però poco: Bruno (20-18) e De Prà (21-18) si caricano sulle spalle la propria squadra con l’obiettivo dell’allungo finale che viene centrato con la chiusura sul 25-22.
Quarta frazione con Lugano subito avanti con l’ace del 3-1. Poey (3-4) si mette in scia ma De Prà (9-7) e una serie di errori in battuta e attacco di Piacenza favoriscono i padroni di casa per il 12-9. Radici chiede time out sul 12-10 e la richiesta porta buoni frutti: Poey sui 9 metri spinge con l’ace del 12-11 che mette in confusione gli svizzeri troppo fallosi soprattutto in attacco e ricezione. Questi errori permettono alla Copra Piacenza di affiancarsi a Lugano sul 14-14. Prende il via un punto a punto serratissimo con le due compagini determinate a non cedere il campo all’avversaria: Jakovljevic e Bruno da un lato e Zlatanov, Tencati e Poey dall’altra. La svolta però arriva solo sul 33-34 del primo tempo di Massari e dopo 7 match point annullati a Lugano. Palla a Piacenza che chiude sul 33-35 del muro di Alletti.
Dopo l’iniziale vantaggio di Lugano (13 4-2) il tie break rivive il punto a punto finale del quarto parziale dal 5-5 di Poey all’8-9 di Zlatanov. Sono gli ace di Tencati (8-10 e 8-12) a tenere a bada i padroni di casa e a metterli in difficoltà: Piacenza si spinge fino al 10-14 poi De Prà (ace 11-14) e Gotch (12-14) tentano il tutto per tutto ma la battuta out di Lugano, sul 13-15, è fatale.
 
Andrea Radici (allenatore Copra Piacenza): “La partita è iniziata molto bene per noi, ma poi nel secondo e terzo set, non per demerito nostro ma per merito di Lugano che ha messo in campo un ottimo servizio, abbiamo subito una fiacca mentale e non abbiamo espresso una grande qualità di gioco. Tutta la squadra fortunatamente è riuscita ad uscire da quel momento negativo, mi sento però di esprimere una parola in più per Tencati, che ha portato a termine una partita importante ed è stato fondamentale nei momenti cruciali. Nel tie break abbiamo messo in campo una pallavolo di spessore che ci ha portato alla cosa più importante: la vittoria che ci porta al secondo posto in Champions League”.

E.U.




Notizie
16.12.2014 - CHAMPIONS LEAGUE: DOMANI LA SFIDA LUGANO-PIACENZA


Da qui alla fine del 2014 il calendario della Copra Piacenza sarà fitto e ricco di impegni. Dopo il ritorno alla vittoria da 3 punti in SuperLega (3-0 in casa con Molfetta) di domenica scorsa, Zlatanov e compagni avranno pochissimo tempo per fiatare e dedicarsi alla preparazione delle singole sfide. Si parte infatti domani con l’impegno europeo della 2015 DenizBank Champions League in casa della #Dragons Lugano per poi occuparsi esclusivamente della SuperLega con l’obiettivo della qualificazione ai quarti di Coppa Italia con, in rapida successione, Padova (21 dicembre ore 18), Milano (al PalaBanca il 26 dicembre ore 18) e la trasferta a Trento (28 dicembre ore 18) dell’ultima giornata del girone di andata.
Lasciato ormai alle spalle il negativo mese di novembre, Piacenza nelle ultime 3 partite sembra aver ritrovato la consapevolezza del proprio potenziale anche grazie all’ingresso dell’opposto Poey: per lui le sue prime due partite di SuperLega hanno portato nelle casse piacentine ben 45 punti.
Prima di pensare all’obiettivo della qualificazione ai quarti di Coppa Italia la Copra Piacenza deve concentrarsi appieno sull’impegno di Champions League in trasferta tra le mura amiche di Lugano. Il confronto infatti non deve essere preso a cuor leggere: se Piacenza punta a proseguire il cammino nella massima competizione europea mercoledì 17 dicembre (ore 19:00) gli uomini di coach Radici devono centrare obbligatoriamente un successo da tre punti.
“E' un po' il nostro destino in questo momento – afferma Radici -  ma ho piena fiducia: vedo che il gruppo è ben saldo, e lavora duramente anche se non abbiamo molto tempo per allenarci, lo faremo giocando partite ufficiali. il nostro obiettivo deve essere anche questo: dobbiamo concepire le partite come degli allenamenti".
Gli svizzeri, fanalino di coda del Pool A, sono fermi a quota zero punti mentre la Copra, proprio grazie all’ultimo turno da 3 punti di Champions League con Lugano, è riuscita a smuovere la classifica e ora è ferma in terza posizione con 5 punti, a pari punti con la Knack Roeselare, prossima avversaria tra le mura amiche del PalaBanca (il 20 gennaio 2015), salda sul secondo grandino della classifica.
A rispondere a coach Radici dall’altra parte della rete c’è coach Motta: “Noi domani cercheremo di giocare la nostra partita e fare del nostro meglio, senza concentrarsi troppo sui nostri avversari. Ad ogni partita abbiamo dimostrato che continuiamo a progredire, i miei giocatori sono totalmente impegnati e prima o poi tutto questo porterà i risultati desiderati. Mi piacerebbe invitare quante più persone possibili a venire al palazzetto dello sport per tifarci, i tifosi possono aspettarsi uno spettacolo di pallavolo di alto livello”.
Ad arbitrare il match #Dragons Lugano – Copra Piacenza gli arbitri Dikmentepe Bayram (Turchia) e Muha Bruno (Croazia).
Il match sarà trasmesso in diretta su Fox Sport 2 con il commento di Roberto Prini e Andrea Zorzi; accedendo ad sito www.copraelior.it sarà possibile seguire in streaming la gara Lugano – Piacenza grazie all’innovativo box che rimanda a laola1.tv .
 
LA FORMULA
La 2015 Champions League vede al via 28 squadre divise in 7 gironi da 4 squadre. Da questa League Round vengono promosse al turno successivo le prime classificate di ogni girone, e le migliori cinque seconde. La CEV sceglie a quel punto la candidata ad ospitare la Final Four tra le 12 squadre classificate, la quale accede direttamente in Semifinale (la sesta migliore seconda la rimpiazza per il passaggio di turno). La settima migliore seconda e le tre migliori terze classificate vanno a giocare la CEV Cup entrando nel Challenge Round.
Seguono i PlayOffs 12 e i PlayOffs 6, che qualificano le tre squadre per le Semifinali.
Tutti i turni sono con gare di andata e ritorno, tranne la Final Four.
 
E.U.
segue... ]
15.12.2014 - PREVENDITA COPRA PIACENZA - REVIVRE MILANO


E’ partita su Vivaticket.it la prevendita della dodicesima giornata di SuperLega UnipolSai tra Copra Volley Piacenza –  Revivre Milano in scena al PalaBanca di Piacenza il prossimo 26 dicembre (ore 18:00).
Da questa stagione i tifosi biancorossi oltre alla possibilità di acquistare i biglietti d’ingresso direttamente alle casse del PalaBanca avranno la comodità di procedere con l’acquisto del posto desiderato direttamente con un semplice click visitando il sito Vivaticket.
Il tifoso che acquisterà comodamente da casa dovrà provvedere a stampare la ricevuta di effettuato pagamento per poi presentarsi, la sera dell’incontro, alle casse del PalaBanca per procedere al ritiro del biglietto d’ingresso.
Sarà possibile acquistare i biglietti d’ingresso anche presso i punti vendita Vivaticket indicati sul sito www.vivaticket.it.
All'acquisto potrà essere aggiunto un costo di commissione.
La prevendita on line chiuderà alle 20:30 di mercoledì 24 dicembre.

I prezzi:
Tribuna numerata intera: €20
Tribuna numerata ridotta: €15
Tribuna libera intera: €15
Tribuna libera ridotta:10
 
Salvo tutto esaurito, sarà inoltre possibile acquistare il biglietto d’ingresso presso le casse del PalaBanca il pomeriggio stesso della partita.
 
Biglietti disponibili su http://www.vivaticket.it/index.php?nvpg[evento]&id_evento=1482069
 
Ricordiamo inoltre che la gara Piacenza-Milano è inclusa nell’abbonamento Copra Volley Piacenza 2014-2015.
 
E.U.
segue... ]
15.12.2014 - ZLATANOV DI NUOVO ELETTO THE BEST DAL PUBBLICO DEL PALABANCA


E’ stato nuovamente il capitano Hristo Zlatanov ad essere eletto The Best del PalaBanca tramite l’app Copra Volley. Per il numero 11 biancorosso si tratta della terza conquista tra SuperLega e Champions League, dato che sottolinea lo stato di ottima forma fisica dell’ormai storico capitano della Copra Piacenza.
La sfida casalinga della decima giornata di andata (che ha visto gli uomini di coach Radici comandare dall’inizio alla fine i pugliesi dell’Exprivia Neldiritto Molfetta in una sfida terminata 3-0) ha consegnato a Hristo Zlatanov, con 136 punti, il titolo di miglior giocatore della sfida Piacenza-Molfetta; giornalisti e pubblico si sono travati totalmente d’accordo nell’assegnazione del titolo al capitano della Copra Piacenza. Sul podio sono saliti anche il neo opposto Poey (74 punti) e il posto 4 Jacopo Massari (50 punti).
Zlatanov si è meritato il premio del pubblico e dei giornalisti dopo aver tenuto testa agli avversari dall’inizio alla fine dell’incontro: lo schiacciatore è riuscito a mettere a terra 13 punti di cui 5 ace (per questo Zlatanov è risultato anche il miglior servitore di tutte le gare della decima giornata di SuperLega).
Tanti voti anche per il centrale Alletti, le cui azioni sono state importanti nel corso del match.
Zlatanov e il tifoso votante si sono aggiudicati un premio fornito da Philosophy; la prossima votazione è fissata per il 26 dicembre quando al PalaBanca arriverà la Revivre Milano.
La app Copra Piacenza, disponibile gratuitamente per Android, iOs e Windows Phone,  rispetto allo scorso anno è stata integrata e arricchita con contenuti che permettono ai tifosi biancorossi di essere sempre aggiornati sulle news e sui video della squadra di coach Radici.
E.U.
segue... ]
15.12.2014 - I NUMERI DELLA DECIMA GIORNATA DI ANDATA


Risultati 10a giornata di andata SuperLega UnipolSai
Modena Volley - Top Volley Latina 3-0 (25-20, 25-19, 25-18)
Calzedonia Verona - CMC Ravenna 3-0 (25-22, 25-18, 25-14)
Cucine Lube Banca Marche Treia - Sir Safety Perugia 3-1 (23-25, 25-23, 26-24, 27-25)
Copra Piacenza - Exprivia Neldiritto Molfetta 3-0 (25-12, 25-18, 25-21)
Altotevere Città di Castello-Sansepolcro - Energy T.I. Diatec Trentino 0-3 (16-25, 17-25, 21-25)
Vero Volley Monza - Revivre Milano 2-3 (22-25, 23-25, 25-23, 25-20, 12-15)
 
Turno di riposo: Tonazzo Padova
 
Classifica
Modena Volley 27, Cucine Lube Banca Marche Treia 25, Energy T.I. Diatec Trentino 21, Sir Safety Perugia 19, Calzedonia Verona 18, Top Volley Latina 15, CMC Ravenna 15, Copra Piacenza 14, Exprivia Neldiritto Molfetta 9, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 6, Tonazzo Padova 5, Revivre Milano 4, Vero Volley Monza 2
 
1 incontro in più: Calzedonia Verona, Top Volley Latina, CMC Ravenna
 
LA GARA PIÙ LUNGA: 02.11
Vero Volley Monza - Revivre Milano (2-3)
 
LA GARA PIÙ BREVE: 01.11
Altotevere Città di Castello - Sansepolcro-Energy T.I. Diatec Trentino (0-3)
 
IL SET PIÙ LUNGO00.34
3° Set (26-24) Cucine Lube Banca Marche Treia - Sir Safety Perugia
4° Set (27-25) Cucine Lube Banca Marche Treia - Sir Safety Perugia
 
IL SET PIÙ BREVE: 00.22
1° Set (25-12) Copra Piacenza - Exprivia Neldiritto Molfetta
2° Set (17-25) Altotevere Città di Castello-Sansepolcro - Energy T.I. Diatec Trentino
3° Set (25-18) Modena Volley - Top Volley Latina
 
I TOP DI SQUADRA
 
ATTACCO: 57%
Modena Volley
 
RICEZIONE: Perf. 41,9%
Revivre Milano
 
MURI VINCENTI: 16
Vero Volley Monza
 
PUNTI: 80
Revivre Milano
 
BATTUTE VINCENTI: 9
Copra Piacenza
 
I TOP INDIVIDUALI
 
PUNTI: 28
Milan Bencz (Revivre Milano)
 
ATTACCHI PUNTO: 23
Milan Bencz (Revivre Milano)
 
SERVIZI VINCENTI: 5
Hristo Zlatanov (Copra Piacenza)
 
MURI VINCENTI: 7
Martin Nemec (Energy T.I. Diatec Trentino)
 
I MIGLIORI
 
Uros KOVACEVIC (Modena Volley - Top Volley Latina)
Taylor SANDER (Calzedonia Verona - CMC Ravenna)
Giulio SABBI (Cucine Lube Banca Marche Treia - Sir Safety Perugia)
Hristo ZLATANOV (Copra Piacenza - Exprivia Neldiritto Molfetta)
Martin NEMEC (Altotevere Città di Castello-Sansepolcro - Energy T.I. Diatec Trentino)
Milan BENCZ (Vero Volley Monza - Revivre Milano)
 
FONTE: LEGA PALLAVOLO SERIE A
segue... ]
14.12.2014 - PIACENZA TORNA A VINCERE TRA LE MURA AMICHE: 3-0 A MOLFETTA


COPRA PIACENZA - EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA 3-0 (25-12, 25-18, 25-21)
COPRA PIACENZA: Alletti 9, Poey 10, Vermiglio 2, Ter Horst, Da Silva Pedreira Junior (L), Massari 8, Zlatanov 13, Ostapenko 8, Tencati, Rodrigues Tavares. Non entrati Marra, Papi, Kohut. All. Radici.
EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA: Candellaro 6, Noda Blanco 3, Sket 6, Del Vecchio 1, Spirito, Romiti (L), Kooistra 2, Puliti 1, Bossi 7, Blagojevic 2, Hierrezuelo 5. Non entrati Porcelli. All. Di Pinto.
ARBITRI: Santi, Cappello. 
 
COPRA PIACENZA
Battuta
Ace 9
Errori 12
 
Ricezione
Positiva 77%
Perfetta 30%
 
Attacco30%
 
Muri 6
 
EXPRIVIA NELDIRETTO MOLFETTA
Battuta
Ace 0
Errori 10
 
Ricezione
Positiva 39%
Perfetta 8%
 
Attacco 30%
 
Muri 8
 
Piacenza – Di fronte ai 3026 spettatori del PalaBanca la Copra Piacenza torna finalmente a mettere a segno una vittoria da 3 punti dopo l’ultima lontanissima vittoria casalinga risalente al 29 ottobre scorso. Tra le mura amiche Zlatanov e compagni mettono in scena una pallavolo stellare che fino a stasera rappresentava sol o un vago ricordo rispetto alla Piacenza vista in campo nell’ultimo mese. La Copra Piacenza torna a emozionare e far esaltare i tifosi biancorossi, gran merito spetta a capitan Zlatanov (eletto a gran voce MVP a fine gara) e al nuovo opposto Poey: per entrambi chiusura a doppia cifra (rispettivamente 13 e 10 punti) con il numero 11 emiliano in grado di distinguersi soprattutto sui 9 metri grazie ai suoi 5 ace.
Per Piacenza fila tutto liscio dall’inizio alla fine, lo sottolineano anche i numeri a fine gara: 9 gli ace, 77% la ricezione (contro il 39%), 42% l’attacco (30% per Molfetta).
Molfetta supera i padroni di casa unicamente a muro: 8 quelli messi a segno contro i 6 piacentini.
Se per Piacenza la decima giornata di andata scorre sul velluto, per Molfetta invece la partita, il cui esito era fondamentale in chiave Coppa Italia, è completamente da dimenticare: troppi gli errori in battuta (10) e le disattenzioni in ricezione.
Coach Radici schiera in campo Vermiglio in regia, Poey opposto, Zlatanov e Massari in posto 4, Ostapenko e Alletti al centro, Mario Jr. libero.
Avvio a braccetto fino al 2-2 poi Piacenza cambia marcia e grazie all’interminabile turno in battuta del capitano Zlatanov (ace 6-2 e 9-2) riesce a non dare possibilità di replica a Molfetta fino al 9-3. Sket (11-5) e Candellaro (muri 13-6 e 13-7) provano la rimonta ma i tentativi sono vani: il video check dà ragione alla battuta vincente di Ostapenko (15-7) poi il centrale emiliano lascia la scena a Alletti che, prima in attacco (18-9, 19-9) e poi sui 9 metri (21-11) torna a mettere i bastoni tra le ruota agli ospiti. Il finale di set è tutto biancorosso: Poey mette a terra il 22-12, Massari e Ostapenko murano il 24-12 e il 25-12.
E.U.
segue... ]


STREAMING PARTITE

UN MURO DI MANI - INNO
COPRA ELIOR PIACENZA
STAGIONE 2012/2013

VIVATICKET

COPRA ELIOR THE BEST

NEWSLETTER
Iscriviti alla mailing list

 Nome:
 Email:
invia iscrizione »

SPONSOR


Internet partner: Sigla.com
[www.sigla.com]